La melodia di Vienna La melodia di Vienna narra la storia di tre generazioni della famiglia Alt viennese dal al Christoph Alt patriarca della famiglia un fabbricante di pianoforti i migliori che l Austria e

  • Title: La melodia di Vienna
  • Author: Ernst Lothar Marina Bistolfi
  • ISBN: 9788866324874
  • Page: 457
  • Format: Paperback
  • La melodia di Vienna narra la storia di tre generazioni della famiglia Alt, viennese, dal 1888 al 1945 Christoph Alt, patriarca della famiglia, un fabbricante di pianoforti, i migliori che l Austria e forse il mondo abbia mai visto, sui cui tasti hanno preso vita le melodie di Mozart e Haydn, Beethoven e altri ancora Assieme alla fabbrica, Christoph fonda una grandeLa melodia di Vienna narra la storia di tre generazioni della famiglia Alt, viennese, dal 1888 al 1945 Christoph Alt, patriarca della famiglia, un fabbricante di pianoforti, i migliori che l Austria e forse il mondo abbia mai visto, sui cui tasti hanno preso vita le melodie di Mozart e Haydn, Beethoven e altri ancora Assieme alla fabbrica, Christoph fonda una grande casa di tre piani al numero 10 di Seilerst tte Alla sua morte lascer un testamento in cui si dar ordine ai discendenti di abitare nella suddetta casa, pena la perdita dell eredit.Nel corso della loro vita accadr di tutto intrighi alla corte di Francesco Giuseppe, un erede al trono che si innamora di Henriette e dovr sopportare il peso sulla coscienza del suo suicidio, tradimenti, figli illegittimi ma amatissimi, figli legittimi ma assolutamente detestati, passioni brucianti e relazioni di ghiaccio, guerre la Prima guerra mondiale, le prime marce della Seconda , l avvento del nazismo e molto altro La grande storia attraversa le stanze del numero 10 cambiandone per sempre gli abitanti gli episodi memorabili sono decine, cos come i personaggi e gli eventi.

    • [PDF] ↠ Free Read ☆ La melodia di Vienna : by Ernst Lothar Marina Bistolfi ↠
      457 Ernst Lothar Marina Bistolfi
    • thumbnail Title: [PDF] ↠ Free Read ☆ La melodia di Vienna : by Ernst Lothar Marina Bistolfi ↠
      Posted by:Ernst Lothar Marina Bistolfi
      Published :2018-011-02T07:05:46+00:00

    One thought on “La melodia di Vienna”

    1. Ernst Lothar was Austro-Hungarian writer, theatre director and producer; he left his homeland in 1938, and then, in exile, he wrote this book, which tangles the history and culture of his country with the story of one family.It was published in 1943, and it was translated into English in 1944.Towards the end of the 19th century Christopher Alt was a renowned piano-maker. He was a master of his craft; the best in Vienna, the best in Austria, and quite possibly the best in the world. When his life [...]

    2. Il mondo di ieri.Tre generazioni di Alt si susseguono al numero 10 di Seilerstätte a Vienna.Tre generazioni di fabbricanti di pianoforti, chiamati "la Melodia di Vienna", che dalla fine dell'Ottocento, obbedienti alla decisione del capostipite di vincolare tutti gli abitanti ad abitare la stessa palazzina di tre piani, fino all'Anschluss, si danno il cambio nelle stanze e negli appartamenti della signorile palazzina voluta dal suo fondatore, Cristoph.All'ascesa e al successo della casa musicale [...]

    3. una famiglia viennese, bizzarramente legata al palazzo in cui risiede e le storie dei suoi membri intrecciate in modo indissolubile alla storia dell'impero austroungarico. le vicende si snodano nell'arco di quasi sessant'anni e su tutto dominano la paura e il rimpianto- per ciò che si è perso e ciò che non si ha mai avuto- ma anche l'amore per una città (che è una delle protagoniste) vivace e piena di anima. questo romanzo non ha lo spessore dei buddenbrook né il respiro di altre saghe fam [...]

    4. I enjoyed The Vienna Melody, a story of a patrician Austrian family amid the height and dissolution of the Austrian empire. But who is the beautiful woman on the cover of the book and is she central to the story?The Austrian Empire formed in 1804 and its successor the Austrian-Hungary Empire began in 1867 and ended in 1918 following the Empire’s defeat in WW I. The character of the Empire was perhaps most heavily influenced by Metternich. He was a statesman who himself had been molded by the d [...]

    5. Sono molto combattuta sul libro e sinceramente ancora non riesco a decidermi se mi sia piaciuto o meno Diciamo che il prologo mi aveva fatto ben sperare in una storia scintillante, cosa che poi non c'è stata, anche perché l'autore ha simpaticamente pensato di far fuori - a riga 5 del primo capitolo, GRAZIE l'unico personaggio che mi aveva conquistato e che sembrava promettere grandi atti di stronzaggine (Sophie è una stronza, la amo!).La prima metà vola in fretta e mi ha appassionato, ma pia [...]

    6. Bel libro, scorrevole e articolato. Nonostante sia discretamente lungo, lo scorrere di questi 150 anni e il passaggio del secolo, dal 1800 al 1900, e il successivo periodo delle grandi guerre non annoia grazie ad una storia ricca di colpi di scena ma anche di profonde riflessioni sul senso della vita e sul significato del sentimento di appartenenza alla propria nazione. Riflessioni che si arricchiscono anche di declinazioni, tipo quella che contrappone il ricorso alla guerra e all'insussistenza [...]

    7. 3,5 stars. I had some trouble getting into this very thick book at first, but it got better. The author gives pretty interesting insights into the Asutrian society at the beginning of the 20ieth century, taking a bourgeois family living together in Vienna (due to the last will and testament of the great-grandfather, who wished for his descendents to forever inhabit the house he built) as an illustration of the country in general. If some parts were really moving and engrossing, it was sometimes [...]

    8. “Di vero, in questo libro, c'è una cosa sola: l'Austria. L'incrollabile amore per questa terra. L'illimitata fiducia nel suo passato e nel suo futuro” — l'autore in postfazione. Ho passato un'ora della mia vita ad appuntarmi gli intrighi genealogici di vita, morte e matrimoni degli Alt — perché suvvia, se te li vengono a declamare utilizzando le prime settanta pagine probabilmente saranno fondamentali, no? E invece no. Lothar utilizza solo il pretesto di romanzo–saga famigliare, in q [...]

    9. A slow burn but beautiful to read and experience the undercurrents of what it meant to be Viennese at a major turning point in world history. I like to think some of this spirit still lives on in what I hold to be Europe's most beautiful city.

    10. This beautiful tribute to a lovely city took me there quite vividly through its Alt family. The editors, however, deserve a thousand very loud raspberries! Spellcheck is incapable of processing the nuances of language and should be banned from the publishing industry. Worst edited book ever!

    11. Intenso, evocativo, storico, con dei personaggi che impari ad amare o odiare ma che, in qualunque caso, ti rimangono nel cuoree Vienna.

    12. Great book about Austrian before the second war until the beginning of it! A good romance a beautiful historic piece of writing!

    13. Avoid this edition unless you are not bothered by typos, missing words, and random capitalization. Errors of this sort appear on almost every page.

    14. Europa Editions has reprinted "The Vienna Melody" by Ernst Lothar. The book was originally published by Lothar in 1942, while living in exile in the United States. Lothar was an Austrian playwright and theatrical producer who may have been Jewish. His novel is a fascinating look at an old Viennese family who were mandated by a family will to share quarters in first a three, then four story apartment building. The story begins in 1889 with the suicide of Crown Prince Rudolf - along with his young [...]

    15. A warning: I have never come across so many typos in a book. Hundreds, some entire words scrambled. Inexcusable from a favorite publisher of mine. My stars are despite this egregious production.This multi-generational story is not Buddenbrooks as the blurb suggests, yet it shares many of the pleasures of Thomas Mann's story. For one, it concerns Vienna from late 1800s to the rise of Hitler. The family members share a large town house with multiple apartments, the requirement of a legacy. Their w [...]

    16. A Vienna c'è una casa d’angolo in Seilerstatte 10 che è stata costruita da un uomoamorevole e al cui interno suddivi nei diversi piani abitano i suoi discendenti:tra zitelle matriarche e uomini decisi a sfidare queste ultime si svolgono intrecciamorosi e litigate furiose mentre la storia viennese a cavallo tra la fine dell'Ottocentoe la metà del Novecento fa il suo corso. Quando Franz decide di sposare la superba Henriettein casa si scatenano le ire della zia Sophie e del suo nipote preferi [...]

    17. Der Engel mit der Posaune, The Angel with the Trumpit. Հրաշալի ոճ, հրաշալի լեզու, գրավիչ և գրավող, լիովին կլանող պատմություն Այն քիչ գրքերց է, որ սկսում և երբեք չես ցանկանում ցած դնել, որի էջերում կորում, անհետանում ես, որի հերոոսների հետ ապրում ու պայքարում ես, տառապում ու մահանում ես Ավստրիա, XIX դար [...]

    18. Un libro indimenticabile! Lothar descrive con grande coinvolgimento la discesa del cuore dell'Europa, dallo zenit della Belle Epoque al baratro delle trincee della Prima Guerra Mondiale, fino all'inesorabile presa di potere di Hitler.Ho particolarmente apprezzato la varietà di personaggi che popolano il n. 10 della casa in Sailerstatte - ma, soprattutto, ho amato seguire il loro cambiamento nel corso dei decenni e le ripercussioni che le scelte (proprie o altrui) provocano inesorabilmente nella [...]

    19. Non alle spalle, non sullo sfondo, ma dentro, insieme alla storia della famiglia Alt, scorre la Storia dell'Austria e dell'Europa. Si tratta di eventi che segnano nel profondo la società, che ci vengono qui presentati attraverso una lente diversa dal solito, e che scalfiscono la vita della famiglia, modificandone le abitudini, incidendo soprattutto sui più giovani, che faticheranno a leggere l'avvento del Nazismo, mentre gli anziani cercano di resistere, di non abbandonare costumi propri di un [...]

    20. "Ernst Lothar’s The Vienna Melody derives its drama from the reader knowing all too well where this multigenerational story of one Viennese family’s experiences across the first half of the twentieth century will end. Of course, there are beautiful landmarks along the nightmarish journey as Lothar reminds us of all that was lost, for ill and well, in Austria’s rapid fall from empire to vassal state." - Rob Vollmar, Book Review EditorTo read this review in its entirety, visit World Literatu [...]

    21. Adoro le storie di famiglia, dove per non perdere il filo, devi appuntarti l’albero genealogico e man mano che vai avanti aggiornarlo quasi come se fosse il tuo. Sì, perché entri talmente nelle loro dinamiche famigliari che ti sembra di farne parte e ne La melodia di Vienna sei proprio lì, al n°10, nelle sue stanze gelide e non solo per la mancanza di un adeguato sistema di riscaldamento. Continua a leggere su leggereacolori/letti-e

    22. Beautiful story, a loving homage to Vienna, but reading it was very distracting.I have never come across a book with more missing letters and words, more typos, more misspelled words and glaringly obvious typos. After reading the about us page on Europa Editions website, stating "to bring fresh international voices to the American and British markets and to provide quality editions that have a distinct look and consistently high levels of editorial standards." I find the idea they released such [...]

    23. The story is fantastically written. It truly brings the streets of Vienna alive. The serious story is occasionally interrupted by a large number of spelling and grammatical errors. Most notable were the times that the translator forgot to translate the word "the" from the German. One sentence in particular stood out because the word "die" actually worked quite well in the English translation.

    24. un elogio alla societá austriaca e ai valori che secondo l'autore ne costituiscono l'essenza. un libro altamente consigliabile ai nostalgici e intenditori delle famiglie fortemente gerarchizzate, e della volontá, ritrovata nei protagonisti, di ribellione a concezioni antiquate difficili da rimuovere.

    25. I am astonished at the editing (or lack thereof) of this book. I realize it's a translation but there are typos, repeated phrases, misspellings, grammatical errors, etc. on almost every page! In a few cases they left the German word in instead of translating. What a mess! But believe it or not it didn't detract much from the story and I loved it. And the cover is to die for.

    26. A tale of Vienna beginning with Mozart and concluding with WWII. A formidable task but handled with aplomb by Lothar. A beautifully rendered masterpiece. 4.9 stars only because the multitude of grammatical errors and typos got to be annoying. Proofreading, anyone??

    27. Al culmine dello splendore e della decadenza.La sensualità, il fascino nobile di un mondo dorato che volge al tramonto, piegato dall'irruzione lacerante di un’epoca buia. Ma sotto ceneri di malinconia, arderanno per sempre le sue braci gloriose.

    28. Mi piaceva l'idea di leggere una saga familiare che attraversa il declino dell'impero asburgico. Purtroppo il romanzo è un po' troppo prolisso. Si dilunga su particolari ed episodi che francamente sono di poco interesse. Credo che mi dimenticherò presto di questa lettura.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *